Deodorante per casa

Deodorante per casa: come sceglierlo in base ai propri gusti

Come scegliere il più adatto deodorante per casa? Il diffusore di essenze a bastoncino è più naturale rispetto a quelli elettrici o ad ultrasuoni, ed è senza dubbio molto semplice da usare. Tuttavia ci sono alcune accortezze che permettono di evitare errori e far durare la fragranza più a lungo.

Alcune regole per un ottimale utilizzo del deodorante per casa

Se utilizziamo questo diffusore di essenze per la prima volta possiamo sbagliare circa il numero di bastoncini da usare o la frequenza di cambio degli stessi. In linea di massima non esistono regole precise.

La resa ottimale si avrà mediamente con sei bastoncini. Usarne di più pensando di far diffondere il profumo  è un errore, poiché rischieremmo di consumare più olio essenziale ed esaurirlo troppo presto. Il rischio, infatti, è che la profumazione dell’olio essenziale venga assorbita eccessivamente.

Anche quando nella confezione di questo kit di diffusore per aromi si trovano più bastoncini, ricordiamo di usarne solo sei alla volta, e conservare di riserva gli altri.

La durata di queste essenze non è standard: molto dipende, in primo luogo, dalla qualità dell’olio naturale scelto. I migliori generalmente durano un mese per ogni 100 ml di liquido. Se useremo questi diffusori di essenze dovremo essere costanti nella gestione dei bastoncini.

Il consiglio è di girare i bastoncini la prima volta dopo due settimane, per non rischiare di esaurire subito la profumazione. Molto dipenderà poi dall’intensità di profumazione che preferiamo avere, perché ogni volta che gireremo i bastoncini, il profumo sarà più forte e percettibile.

A fragranza finita non sarànecessario ricomprare tutto il kit del diffusore: sono reperibili, infatti, anche flaconcini con il ricambio delle essenze. La scelta delle profumazioni è veramente ampia, quindi potremo sbizzarrirci e cambiare profumazione al cambio delle stagioni.

Se cambiamo olio essenziale usando lo stesso diffusore, ricordiamo di lavare bene la bottiglia e assicuriamoci che sia ben asciutta. Per una resa ottimale converrà poi usare anche dei bastoncini nuovi poiché le fragranze, avendo una consistenza oleosa, con il tempo tenderanno a impregnare i bastoncini.

Come scegliere  le fragranze stanza per stanza

IN CUCINA

Ottimi gli oli essenziali derivati dagli agrumi: pompelmo, arancio dolce, arancio amaro, bergamotto, mandarancio, mandarino e limone. Molto piacevoli anche le profumazioni aromatiche come alloro, rosmarino, salvia, timo, menta, maggiorana, basilico, noce moscata e ginepro.

IN SOGGIORNO

Per la zona in cui trascorriamo il nostro tempo libero potremo optare per le essenze derivate dal proprio fiore preferito, come ad esempio la magnolia, l’angelica, la rosa, l’iris, il mughetto, la mimosa, la palmarosa o le essenze legnose: pino marittimo, pino cembro, legno di sandalo e legno di cedro.

IN CAMERA DA LETTO

Per stimolare un sonno tranquillo sono indicate le profumazioni rilassanti, come ad esempio lavanda, camomilla, melissa, tiglio. Molto adatte, soprattutto durante la stagione invernale, le essenze balsamiche che favoriscono una buona respirazione, come ad esempio abete, eucalipto o pino mugo.

IN BAGNO

Per il bagno possiamo scegliere tra aromi freschi, come ad esempio quelli dei fiori di primavera, del Neroli, cioè dei fiori di arancio amaro, della lavanda o della rosa. Chi ama le profumazioni più forti potrà optare per le essenze legnose del sandalo o il mirto.

 

Top

Il Natale è alle porte e SEDE32 ti regala un coupon del 10% da utilizzare per i tuoi acquisti. Registrati ora. Rimuovi

X